Modello OT23 per il 2021: riduzione del tasso di tariffa in arrivo

02/10/2020

Modello OT23 per il 2021: riduzione del tasso di tariffa in arrivo
INAIL ha pubblicato il nuovo modello OT23 per il 2021 per la riduzione del tasso medio di tariffa. Le richieste dovranno essere presentate dalle aziende entro il 28 febbraio 2021.
 
In allegato in fondo a questa news puoi trovare il Modello OT23 per il 2021, predisposto da INAIL, per vagliare le varie voci relative alla sicurezza, che possono interessare alla tua azienda per poi presentare richiesta entro i termini stabiliti. Ma vediamo prima di cosa si tratta.
 

 
Modello OT23 per il 2021: cos’è

Il modello OT23 riguarda lo sconto dei premi assicurativi per gli interventi migliorativi delle condizioni di sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro.
 
Gli interventi sono articolati in 5 sezioni e sono distinti in: interventi di carattere generale (A), di carattere generale ispirati alla responsabilità sociale (B), trasversali (C), settoriali generali (D) e settoriali (E).
 
Rispetto al precedente modello OT24, nel nuovo modello sono segnalati diversi interventi volti a configurare l’azienda come meritevole di una riduzione. Tra i più interessanti citiamo:
  • L’adozione o il mantenimento di sistemi di gestione della sicurezza sul lavoro certificati;
  • Le asseverazioni rilasciate da organismi paritetici;
  • La segnalazione di quasi infortuni o di mancati incidenti sul lavoro;
  • Le iniziative di formazione adottate;
  • Le agevolazioni sociali concesse ai lavoratori;
  • Le convenzioni stipulate con le ASL per le campagne contro il fumo, l’alcol, l’uso di stupefacenti e di promozione per un corretto stile alimentare;
  • Il reinserimento lavorativo di dipendenti affetti da disabilità da lavoro;
  • Il trasporto da casa al lavoro per i lavoratori in orario notturno;
  • Gli interventi per contrastare il verificarsi di rapine.
 
Inoltre, alle imprese viene data la possibilità di concorrere per il premio “Imprese per la sicurezzaorganizzato da INAIL e Confindustria con APQI e Accredia.
 
Le novità proposte dal modello OT23 riguardano anche l’introduzione, tra gli interventi di carattere generale ispirati alla responsabilità sociale delle imprese, delle prassi di riferimento Uni/PdR 49:2018 per le costruzioni e Uni/PdR 51:2018 per le micro e piccole imprese. Si tratta di uno strumento dedicato alle PMI: ossia, una serie di indicatori a supporto dell’autovalutazione delle imprese rispetto alle dimensioni dell’ambiente, della governance e del sociale.
 
 

Modello OT23 per il 2021: i requisiti

Per poter richiedere tale riduzione, le aziende devono rispondere a determinati requisiti che fanno riferimento al Decreto Legislativo 81 del 2008. Gli interventi che si andranno a realizzare risultano essere aggiuntivi e non obbligatori per le singole aziende.
 
Inoltre, le attività e gli interventi che verranno dichiarati dovranno essere realizzati entro il 31 dicembre 2020. Per disperdere ogni dubbio, INAIL mette a disposizione una Guida alla Compilazione che potete scaricare cliccando qui.
 
 

Modello OT23 per il 2021: Ferrarilearn a vostra disposizione

Ferrarilearn mette a disposizione delle aziende la possibilità di affidarsi ai propri professionisti per poter sfruttare al meglio quest’opportunità.
 
Per le attività interessate chiediamo di mandare il modulo relativo ai dati aziendali che trovate in allegato a questa news entro il 20 ottobre 2020 per poter programmare eventuali interventi e predisporre la documentazione necessaria.
 

ALLEGATI

ot-23-All.1-mod.2021

Modulo per richiesta OT23