Riapertura scuole: le linee guida del Governo per la sicurezza

03/07/2020

Riapertura scuole: le linee guida del Governo per la sicurezza
È ufficiale, a settembre riaprono le scuole. Ad annunciarlo è stato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina lo scorso 26 giugno con la pubblicazione delle linee guida per la riapertura delle scuole che vede ovviamente al primo posto tutte le misure di sicurezza obbligatorie da dover rispettare. Vediamo quindi cosa prevede il Piano Scuola 2020-2021
 

Piano scuola 2020-2021

Come sarà il ritorno sui banchi di scuola previsto per settembre per migliaia di studenti? A definire le regole e le precauzioni da rispettare per il regolare svolgimento della formazione scolastica pubblica, è il cosiddetto Piano scuola 2020-2021. 
 
Questo documento, più precisamente, regola la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le Istituzioni del Sistema nazionale di Istruzione, quindi comprende tutti gli istituti dagli asili nido fino alle università. Le linee guida che verranno adottate sono nate da un lungo confronto che ha coinvolto il Governo, le Regioni, gli Enti locali e il mondo della scuola. 
 

Il Piano scuola punto per punto

  • Date di riapertura. L’apertura delle scuole di ogni fascia di età è prevista per il 14 settembre 2020, dall’1 settembre invece cominceranno le attività che riguardano i recuperi. 
  • Monitoraggio sanitario. L’avvio sarà seguito e monitorato da Tavoli regionali istituiti presso gli Uffici Scolastici Regionali del Ministero dell’Istruzione, Conferenze dei servizi a livello provinciale, metropolitano o comunale, che faranno riferimento alla Cabina di regia del Miur. 
  • Risorse economiche. Per il monitoraggio e il controllo del corretto svolgimento delle attività scolastiche sono state stanziate risorse economiche pari a 1 miliardo di euro attraverso il Fondo per l’emergenza epidemiologica da Covid-19. 
  • Documento tecnico del CTS. Per ciò che concerne le misure contenitive, organizzative, di prevenzione e protezione da attuare nelle singole istituzioni scolastiche per la ripartenza, si fa riferimento al Documento tecnico del CTS del 28 maggio 2020 e ai suoi successi aggiornamenti. 
  • Indicazioni sanitarie. Il Documento tecnico del CTS, fa riferimento alle indicazioni sanitarie sul distanziamento fisico.
 

Distanziamento e mascherine a scuola

Nel verbale della riunione del CTS dello scorso 22 giugno 2020 si definisce che: “Il distanziamento fisico (inteso come 1 metro fra le rime buccali degli alunni), rimane un punto di primaria importanza nelle azioni di prevenzione”.
 
D’altro canto il Governo ha tenuto a far sapere che in base alla situazione futura, almeno due settimane prima dell’inizio delle attività dovrà essere previsto un aggiornamento delle indicazioni del CTS su quanto già espresso il 28 maggio e il 22 giugno 2020 in merito all’utilizzo delle mascherine: “Gli alunni dovranno indossare, per l’intera permanenza nei locali scolastici, una mascherina chirurgica o di comunità di propria dotazione, fatte salve le dovute eccezioni (ad es. attività fisica, pausa pasto)”. “Rimane la possibilità da parte del CTS di valutare a ridosso della ripresa scolastica la necessità dell’obbligo di mascherina per gli studenti (soprattutto della scuola primaria), per tutta la durata della permanenza a scuola e nei diversi ordini e gradi, una volta che possa essere garantito l’assoluto rispetto del distanziamento fisico sopra
menzionato sulla base dell’andamento dell’epidemia anche in riferimento ai diversi contesti territoriali”. 
 

La sanificazione nelle scuole

Una delle misure contenute nel protocollo per la regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento del Covid-19 nelle scuole prevede la pulizia e la sanificazione degli istituti. Come dovrà essere svolto tale intervento? 
 
La sanificazione degli istituti dovrà essere calendarizzata in un registro che andrà aggiornato in modo costante e non dovrà riguardare soltanto le aule ma anche tutti gli spazi comuni di cui usufruiscono gli studenti come servizi igienici, palestre e mense. Alla pianificazione da cronogramma bisogna poi aggiungere la sanificazione straordinaria, che potrà attivarsi in caso di segnalazioni all’interno della scuola di persone con sintomi.
 

Ferrarilearn effettua opere di sanificazione su misura per le scuole

Ferrarilearn è in grado di effettuare opere di sanificazione mirate per gli ambienti scolastici che prevedono metodi assolutamente sicuri per gli studenti che dovranno ripopolare le scuole. Inoltre, siamo in grado di programmare un piano di sanificazione periodico e straordinario grazie ai sopralluoghi e alle valutazioni di un tecnico specializzato e con il supporto di ingegneri ambientali e chimici in grado di scegliere la migliore soluzione possibile in rapporto con l’ambiente. 
 
La sanificazione di Ferrarilearn prevede la decontaminazione dei luoghi da virus, batteri, muffe e altri patogeni, con l’uso di specifiche sostanze assolutamente non nocive per l’uomo e per l’ambiente che viene sottoposto a tale trattamento. Tutte le nostre sanificazioni sono garantite da un certificato rilasciato dal nostro responsabile tecnico che ne verificherà il corretto svolgimento e l’efficacia.