MEDICINA DEL LAVORO: PROROGATO L'INVIO DELL'ALLEGATO 3B

02/04/2020

MEDICINA DEL LAVORO: PROROGATO L'INVIO DELL'ALLEGATO 3B
Con la circolare n. 11056 del 31 marzo 2020 della Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute, cambiano le scadenze dedicate all’Allegato 3B. La data ultima per l'invio della documentazione si sposta quindi al prossimo 31 luglio 2020
 
Come tante altre proroghe (vedi quella della scadenza Mud), anche questa arriva a causa dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo per il Covid-19. Per superare questo momento difficile è fondamentale ribadire la serietà delle misure da prendere anche nei luoghi di lavoro
 
 

Allegato 3B del medico competente, cosa dice la circolare?

La circolare sopracitata dispone che “visto il carico di lavoro e la difficoltà della situazione legata alla gestione dell'emergenza Covid-19, si ritiene opportuno prorogare i termini e prevedere che l'invio venga effettuato entro il 31 luglio 2020, sempre che tale scadenza temporale possa essere congrua con la ripresa delle normali attività”.

Quindi l’invio dell’Allegato 3B, con i dati della sorveglianza sanitaria a cui i lavoratori sono sottoposti da parte del medico competente, sarà da effettuarsi entro e non oltre il 31 luglio 2020.
 
Il decreto legislativo 81/2008, all'art. 40 comma 1recita: "Entro il primo trimestre dell’anno successivo all’anno di riferimento il medico competente trasmette, esclusivamente per via telematica, ai servizi competenti per territorio le informazioni, elaborate evidenziando le differenze di genere, relative ai dati collettivi aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori, sottoposti a sorveglianza sanitaria secondo il modello in Allegato 3B".
 
 

Cos’è l’Allegato 3B della sorveglianza sanitaria?

L’Allegato 3B è la comunicazione dei dati aggregati e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria. Si tratta dei dati significativi dell’azienda, dell’unità produttiva e del numero dei lavoratori occupati distinti in maschi e femmine. 
 
L’invio dell’allegato 3B, quale adempimento amministrativo, riveste una notevole importanza per il monitoraggio della sorveglianza sanitaria a cui sono sottoposti i lavoratori. Tanto che la Direzione generale ha istituito uno specifico gruppo tecnico, composto da istituzioni e società scientifiche, finalizzato al miglioramento dell’utilizzo dei dati e all’ottimizzazione della richiesta e della raccolta di informazioni da parte dei medici competenti.

 

Perché rinviare visto l’emergenza sanitaria?

L’intento della norma è quello di pubblicare questi dati entro la primavera del corrente anno.  Tuttavia l’attuale situazione emergenziale non consente il congruo invio dei dati né una loro elaborazione critica e conseguente pubblicazione.
 
Quindi, tenuto conto del carico di lavoro e la difficoltà della situazione legata alla gestione dell’emergenza Covid-19, i termini vengono prorogati al 31 luglio 2020. Sempre che tale scadenza coincida con la ripresa delle normali attività lavorative.